lunedì 20 ottobre 2014

"Verso l'orizzonte", di Maria Cuono. Un omaggio poetico a Lorella Cuccarini



Verso l’Orizzonte”, un libro della giornalista Maria Cuono e edito alla Casa Editrice Kimerik; un libro di poesie, dedicato all’amica Lorella Cuccarini, grande donna, oltre che grande personaggio. Così Maria Cuono ripercorre episodi, ricordi, eventi particolari dellavita che la legano a questa straordinaria figura, a cui la Cuono dedica un’intera raccolta di poesie; raccolta che inizia, appunto, con la lirica “Verso l’orizzonte”, dedicata alla “musa ispiratrice del libro”.





 Alla poetessa basta “alzare lo sguardo verso l’orizzonte” per vedere lei, Lorella, in tutti gli ambiti della vita: la vede grande personaggio dello spettacolo; la vede acclamata dai fans; la vede umile, buona, capace di aiutare i bisognosi; la vede bella, fuori e dentro… Ma, infine, la vede, e questa è la cosa più importante, come un’amica, la sua amica. 





La Casa Editrice Kimerik pubblica, a maggio 2013, la prima silloge poetica dedicata a Lorella Cuccarini, dal titolo: Verso l’Orizzonte. Amore, amicizia, guerra, speranza, delusioni, tradimenti, sono i temi fondamentali trattati nell’opera di Maria Cuono. E fra le prime pagine scorrono alcune frasi di una delle canzoni più belle di Laura Pausini a cui l’autrice si è ispirata per pubblicare una dedica alla nota conduttrice televisiva. Le cose che vivi è il testo scelto da Maria Cuono: «Quando l’amicizia ti attraversa il cuore lascia un’emozione che non se ne va. Non so dirti come, ma succede solo quando due persone fanno insieme un volo che ci porta in alto oltre l’altra gente. Come fare un salto nell’immensità… E non c’è distanza, (non c’e mai). Non ce n’è abbastanza, se tu sei già dentro di me. Per sempre…».
Infatti l’autrice non poteva non scegliere un tema così importante per Lorella Cuccarini qual è l’amicizia.
Si continua poi con la lirica dedicata alla stessa, che guarda caso, porta il titolo dell’opera: Verso l’orizzonte. «…Alzo lo sguardo verso l’orizzonte e dentro di me permane un ricordo, il ricordo di quella sera, la sera del 20 dicembre 2002…».


Il 2002 è un anno importante, indimenticabile per Maria Cuono che conosce, personalmente Lorella Cuccarini, nel noto programma televisivo Uno di Noi abbinato alla Lotteria Italia. Il ritorno in Rai di Lorella, accanto a Gianni Morandi, fu un’emozione fortissima per tutto il pubblico. In tale occasione, il sito della Rai diede luce ad un Forum che non aveva moderatori. Molte tuttavia furono le proteste rivolte contro il noto programma abbinato alla Lotteria Italia, ed anche verso i conduttori e gli ospiti della trasmissione. Giovandosi dell’opportunità di un contatto diretto, l’autrice s’impegnò a difenderli, rispondendo puntualmente a tutti gli attacchi in modo anche molto ironico.
Verso l’orizzonte si sviluppa come una raccolta di trenta poesie scritte dall’infanzia fino ai giorni nostri.
Fra le tante liriche ivi comprese nella presente opera ci soffermiamo a pagina 47, chiedendoci chi fosse quella persona ad aver fatto soffrire tanto l’autrice. Come si possono dimenticare tanti anni di amicizia? Sarà per questa ragione che Maria Cuono alla domanda chi consideri per te veramente amico, risponde così: «I miei migliori amici sono i personaggi del Mondo dello Spettacolo. Amo tanto anche gli animali, gli unici a non tradirti mai…».


 








Nessun commento: